Un fratello maggiore.

Ringrazio la mia amica E. per avermi rubato un sorriso con un complimento prima di scrivere questo post, immagino sorriderà leggendo questo post, quindi ciao E! 

Questa è stata una giornata piena di emozioni che nel loro piccolo potrei rappresentare come un’enorme sfera piena di colori. Ci sono quei giorni in cui ho voglia di stare in famiglia, dunque sono andato a trovare uno dei miei amici più cari, un 21enne cresciuto con me a pane e musica, il fratello maggiore che non ho mai avuto e tutte quelle cose smielense alle quale lui risponderebbe “che ansia”. Sia io che lui stiamo lavorando rispettivamente ai nostri album: abbiamo ispirazioni in parte comuni e in parte decisamente differenti tra di loro, ma oggi ci siamo concentrati particolarmente su di me: Ho registrato alcune parti di una canzone in collaborazione con un altro carissimo amico e ho registrato la demo di una canzone che ho scritto per il mio ragazzo un paio di giorni fa. Non vedo l’ora di fargliela sentire! 

Passare le giornate con il mio amicone mi fa rendere conto del valore delle poche persone che considero realmente speciali. Ogni amicizia ha le proprie sfumature, ma la nostra è meravigliosa: Possiamo parlare di qualsiasi cosa, ci conosciamo profondamente l’un l’altro e sappiamo volerci davvero bene. Ci siamo conosciuti nell’era di Netlog poiché eravamo gli unici due fan (più uno sconosciuto senza fotografie) di una band americana legata alla Disney, le Everlife, scioltesi non troppo tempo fa. Da lì si innescò un meccanismo che ci rese sempre più amici. Io ero nel periodo “terza media, bestemmio per sentirmi figo xP” e lui nel periodo “W Gesù”, nonostante ciò siamo riusciti ad essere amici. Grazie a lui scoprii Taylor Swift ai tempi di Teardrops On My Guitar. Fu epico il momento in cui ci siamo detti a vicenda di non essere poi tanto etero: confrontavamo la bellezza di Chris Colfer con quella di Justin Bieber, io ero nel TeamJustin prima che esistessero le Beliebers. Attualmente non ho nemmeno ascoltato il suo ultimo album, ma come tutti i prodotti commerciali legati a delle belle facce sarà indubbiamente piacevole. Io e il mio amico abbiamo anche condiviso un ex ragazzo. Al momento non gli attribuiamo alcun rancore, ma all’epoca lo avremmo riempito di padellate, suppongo. Indubbiamente c’è stato in ogni momento più o meno gioioso della mia adolescenza e ne vado davvero fiero.

Ti voglio bene.

L’Accidioso Errante

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...