Cambio di rotta

Le persone cambiano, e ciò sta accadendo anche a me. Nel bene e nel male, non sono più il ragazzo di 19 anni che scrive romanticherie su questo blog, accidioso per l’eterno procrastinare, errante per l’eterno viaggio che è la vita. Ero tentato di chiuderlo definitivamente, di lasciarlo sparire tra le tante pagine di WordPress di cui ci si dimentica, negli anni. Credo anche però che ci si evolva. Non sono il Nicola che scriveva qui tanti anni fa, e quasi mi sembra impossibile ora aprirmi così dettagliatamente su stati d’animo e quant’altro, nel bene e nel male. Non credo dunque qualcuno si dispiacerà se il fine di questo blog cambierà radicalmente.

A fronte dei miei studi e delle mie varie letture, vorrei riassumere qui i vari testi letti, magari anche due parole sulla musica. Tutto in modo informale. Una sorta di esercizio per non dimenticarmi dei libri letti, cosa che spesso succede. Ho sempre tenuto al valore del ricordo tanto da imprigionare stati d’animo in canzoni, tanto che è diventato il mio modo più sincero di comunicare, ma capite che non posso mettere i miei libri di scuola in una canzone.

Il mio amico Alessandro ride a fianco a me, e condividerò anche ciò.

Detto questo, ci sentiamo presto e vi auguro buon anno.

 

Nicola